07/05/2018

RISTRUTTURARE SENZA SCIA: QUANDO SI PUÒ?


Desideri ristrutturare casa, ma non sai se il tuo intervento richiede la SCIA?

Recentemente è stato approvato lo schema di decreto Infrastrutture-Semplificazione e Pa che contiene una lista aperta di lavori edilizi che potranno essere realizzati senza permessi, ovvero non richiedono la presentazione di CIL, CILA, SCIA o di un permesso di costruzione.

Quali sono i vantaggi?

Oltre al fatto che le autorità comunali non potranno più imporre vincoli su questi lavori, per le opere senza permessi potrai ottenere BONUS FISCALI a condizione di avere una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà con la data di inizio dei lavori e l’attestazione che gli interventi di ristrutturazione rientrino tra quelli agevolabili.

Quali sono gli interventi esenti da permessi?

In generale, si può dire che rientreranno nella categoria dei lavori esenti da permessi tutte quelle opere che non andranno ad apportare modifiche alla pianta originaria della casa e che vengono svolti all’interno delle mura dell’edificio.

Per maggiore chiarezza il Decreto ha stilato una lista di 58 interventi per i quali non è necessario richiedere permessi o autorizzazioni e l’ha chiamato GLOSSARIO DELL’EDILIZIA LIBERA.

Tra i lavori in casa che non necessitano di permessi, c’è un ampio elenco di opere di arredo da giardino: muretti, fontane, ripostigli per attrezzi o ricoveri per animali.

Continuerà a non essere necessaria CIL, CILA, SCIA o altro permesso, per l’installazione di pannelli solari e fotovoltaici (al di fuori dei centri storici) l’adeguamento degli impianti di estrazione fumi, o la costruzione di gazebo, pergolati e ripostigli, ma solo “di limitate dimensioni”.

Vuoi scoprire se il tuo intervento necessita di SCIA?

Scarica il Glossario dell’Edilizia Libera cliccando qui.


Di: