25/06/2018

NESSUNO SEPARI CIÒ CHE I GIUNTI UNISCONO


Se stai realizzando il pavimento di un centro commerciale o di un capannone avrai già sentito parlare di giunti strutturali.

Nell’ambito dell’edilizia industriale, i giunti di dilatazione vengono utilizzati durante l’installazione di pavimenti e rivestimenti per assorbire i movimenti di dilatazione e contrazione.

Queste sollecitazioni vengono causate principalmente dalle variazioni termiche, che potrebbero, a lungo andare formare fessurazioni, riducendo così la durata dei materiali posati.

Oltre a consentire la libera dilatazione della pavimentazione, i giunti strutturali evitano il danneggiamento sismico della struttura.

Durante un terremoto, ad esempio, due solai adiacenti, con un comportamento sismico sensibilmente diverso, rischiano di danneggiarsi nella zona di collegamento ed urtando fra loro potrebbero compromettere irreversibilmente la loro struttura.

Un pavimento o un rivestimento nel quale non vengano utilizzati giunti di dilatazione per pavimenti, nel tempo potrebbe andare incontro a piccoli movimenti in grado di produrre crepe e pavimenti sollevati.

I giunti per pavimenti possono essere di due tipologie:
- iNESn alluminio con inserti in EPDM
- Totalmente metallici

Quale è la netta differenza?

La guarnizione in EPDM elastica ed intercambiabile, favorisce maggiormente il movimento di dilatazione e contrazione del giunto stesso, assecondando le micro oscillazioni dovute ai cambi di temperatura e preservando l’integrità della struttura.

I giunti possono essere realizzati per esterni o per interni a seconda delle dimensioni e dei varchi strutturali e con differenti altezze di montaggio.

La scelta del giunto di dilatazione dipende principalmente dal tipo di rivestimento, dallo sbalzo termico e dalla distanza tra i giunti stessi. Il giunto di dilatazione, posto in corrispondenza del giunto di frazionamento presente sul massetto, permette quindi di assorbire i movimenti e le vibrazioni trasmessi dal rivestimento.

Solitamente è consigliabile inserire giunti di dilatazione per pavimenti per delimitare aree di 25 – 30 mq all’interno e 16 mq all’esterno.

L’utilizzo di giunti strutturali e coprigiunti, è invece consigliabile su aree di grandi dimensioni, come quelle industriali che necessitano di spazi estesi per la dilatazione degli elementi.

Con i coprigiunti si possono coprire frazionamenti importanti nel pavimento o nel rivestimento garantendo la dilatazione dei vari materiali e nascondendo le imperfezioni di taglio e posa.

Esiste anche un altro tipo di giunti che possono essere utilizzati per realizzazioni di tipo industriale: i Giunti di Costruzione.

Caratterizzati da una estrema facilità di posa in opera e altamente affidabili, sono adatti all’impiego per tutte le pavimentazioni industriali realizzate in conglomerato cementizio armato.

Una valida alternativa ai tradizionali giunti di costruzione “a barotti” realizzate in opera.

Stai progettando la realizzazione di un pavimento industriale?

Vorresti scoprire di più su questa gamma di prodotti?

Contatta il nostro ufficio tecnico a maurizio.gervasi@esamat.it e troveremo la soluzione più adatta al tuo progetto.


Di: Esamat